mercoledì, febbraio 28, 2007

?????????????????????????????????????


Appena fuori dal Giornale, in un momento di pausa in cui mi godevo il tepore del Sole pomeridiano, mi stavo chiedendo una cosa. Ma se dovessi rifare la carta d'identità da un giorno all'altro, oggi come oggi, cosa dovrei mettere allo spazio PROFESSIONE?
Finchè studi è facile, rispondi con un sorriso all'impiegato del comune dicendo che sei studentessa, ma ora? Le cassiere dell'Ikea cosa hanno scritto sul loro impiego?
Ora vado a vedere quello dei miei genitori.

Technorati technorati tags: , ,

domenica, febbraio 25, 2007

Film da adulti

Armati di focaccina ripiena di petto d'oca e filante provola affumicata, lasciamo strappare il biglietto del cinema al bigliettaro del cinema e via, passati il controllo ci piazzaimo nei nostri ottimi posti.
Ci è bastato solo uno sguardo per capire che nella sala eravamo gli unici maggiorenni. Ho persino visto gli occhi di un bambino illuminarsi alla ricerca di qualcosa che giustificasse la presenza di questi due adulti: un bambino, un figlio.
Barnyard - Il cortile, il cartone che abbiamo visto insieme a questi bimbini.



Sempliciotto certo, ma divertente e piacevole film di animazione, vissuto in un ambiente rilassato e gioioso, fatto di tante stridule vocine che di tanto in tanto si facevano sentire tra un battuta e l'altra del film.
Alla fine di questo spettacolo il cambio generazionale della sala è così repentivo che, non faccio nemmeno in tempo ad andare al bagno a fare la pipì. L'età media è terribilmente slittata da 8 a 23, quasi tutti caratterizzati da un particolareggiante accento meridionale. Si Pisa è come Perugia, i clienti di ogni cosa sono tutti di fuori.
L'altro film, Inland Empire, inizia come solo le pellicole di Lynch possono fare, primi piani irregolari su faccie tutt'altro che simmetriche e comuni.



Ebbene, nonostate dicano che Lynch con questo film abbia vinto il premio alla carriera, la qui presente Cristiana si è annoiata a morte durante la visione infinita di questa sua ultima opera.

I grandi devono andare soltanto a vedere i film per grandi? Se è vero che sono gli adulti a fare dei bei cartoni per i bimbi, perchè i bimbi non possono guidare i grandi a fare dei bei film?

venerdì, febbraio 23, 2007

Driiiin!


Piccola nota informativa su ciò che abbiamo tutti i giorni sotto gli occhi, presa da InfoCity.
Blogs? Cambiano le news
Molti dei cittadini statunitensi (55%) ritiene che i blogger siano importanti nel futuro del giornalismo nazionale e il 74% pensa che il citizen journalism vi giocherà un ruolo vitale. Questi i dati di un sondaggio curato da WE Media/Zogby Interactive.

Blog e giornalismo. Dal fidanzamento al matrimonio. Così si potrebbe dire, considerato il risultato di un'indagine realizzata da Zogby e We Media, portale web dedicato al mondo del giornalismo online, secondo cui la maggioranza dei cittadini Usa ritiene che i blogger sono importanti nel futuro del giornalismo nazionale.

Un dato che va ad aggiungersi al risultato di un sondaggio realizzato da Nielsen/NetRatings e reso noto poche settimane fa: il traffico sui blog dei 10 principali quotidiani online statunitensi ha visto uno sviluppo del 210% a dicembre 2006 rispetto all'anno precedente. Mentre la crescita del traffico verso le pagine dei siti web (blog esclusi) degli stessi quotidiani ha visto un incremento pari solo al 9% nello stesso periodo analizzato.
Tuttavia, aggiungo io, i quotidiani italiani continuano ad ignorare ancora lo scalino (basilare) del vero giornale on line, rimanendo fermi e immobili , come se fossero su di una scala mobile. Ma dico io, non vedete che' sta scala si è fermata?


Technorati technorati tags: , , , , , ,

mercoledì, febbraio 21, 2007

Le 5 cose che avrei fatto senza Internet


Ora, chi mi conosce sa che fine fanno le catene che mi arrivano.
Ma sarò più tollerante per questa che, anche se sempre una catena rimane, mi è giunta di sottecchi. Mi pare inotlre giusto citarne il mittente.

Le 5 cose che avrei fatto senza Internet

  1. Sicuramente starei facendo la commessa al momento, avrei sicuramente lasciato da parte l'Università per continuare una piccola avventura che oramai 3 anni fa avevo intrapreso, mossa tanto dalla noia quanto dalla voglia di incominciare a guadagnare un gruzzoletto a fine mese. Si, probabilmente senza Internet e senza la mia dolce metà collegata per continuate ore, non avrei lasciato quel lavoro nel lussuoso negozio in cui ai tempi lavoravo. Ovviamente niente laurea!
  2. Avrei sicuramente continuato a farmi tagliuzzare i capelli da qualche hair stylist che in cambio sfruttava la mia immagine, semplicemente perchè Internet ti fa vedere così tante immagini e mode che non mi sarei sentita veramente ispirata per farmi allungare i capelli pazientemente come ancora sto facendo.
  3. Mi sarei accontentata di tante, tantissime cose e situazioni che ora mi danno fastidio solo a sentirle dire. Amicizie superficiali, relazioni all'acqua di rose, passatempi vuoti. Jammè!
  4. Avrei scritto centinaia di lettere cartacee alla Giulia e al mio nipotino, ora nelle lande perugine, ma fino a poche settimane fa abitanti a Londra. Ma non le lettere spontanee e dirette a cui ci siamo abituate, quelle più ragionate e forse un pò più noiose. Considerati i tempi delle Poste Italiane avrei saputo della gravidanza al momento delle sue doglie!!!
  5. Anche se probabilmente mi sarei sforzata ad uscire di casa molto di più, invece che rimanere al calduccio del focolare domestico in pigiamino, ciabattine di lana e una serie infinita di cose da smangiucchiare qua davanti, come avrei potuto coltivare nella maniera più opportuna le secolari amicizie che per tanti motivi non posso vedere tutti i giorni? Senza Internet avrei senza dubbio perso molti contatti con gli amici di sempre.

Technorati technorati tags: , , ,